Home » Salute Corpo Umano » Temperatura del Corpo » Sintomi e Rimedi contro il mal di testa forte e emicrania
Temperatura del Corpo

Sintomi e Rimedi contro il mal di testa forte e emicrania

Rimedi contro il mal di testa forte
Sintomi e Rimedi contro il mal di testa forte e emicrania
5 (100%) 1 vote[s]

Il mal di testa rappresenta uno dei disturbi più comuni che affligge una vasta fetta della popolazione mondiale, al pari del mal di schiena e del mal di pancia.

Trattasi di un dolore generico, localizzato nell’area che comprende il capo ed il collo.

E’ invalidante e ne esistono ben 150 tipologie differenti, di cui la cefalea e l’emicrania sono alcuni tra i più conosciuti.

L’intensità del dolore e il modo con cui si palesa (è cronico o improvviso) sono due indicatori utili per classificare le tipologie di mal di testa. Come si può però facilmente intuire, l’identificazione delle cause scatenanti di questo disturbo è tutto fuorché semplice. In linea di massima, il mal di testa dura qualche ora e poi sparisce, a meno che non sia cronico. In questo caso, il problema si presenta sempre negli stessi orari. Potresti avvertire anche un formicolio alla testa.

Tra le cause più comuni del mal di testa vi è l’eccessivo stress, l’accumulo di tensione, le eccessive preoccupazioni che arrecano tra le altre cose anche un evidente disturbo nel sonno.

Nel caso delle donne, poi, il mal di testa si palesa in concomitanza con il ciclo mestruale.

Tra i rimedi contro il mal di testa più comuni una menzione speciale la meritano gli analgesici e gli antidolorifici. A volte bastano, altre volte, specie se la cefalea risulta martellante, no.

Cosa fare per uscirne?

Ecco alcuni dei rimedi più comuni:

  • praticare sport aiuta ad allontanare lo spettro dell’emicrania. Tuttavia, se il dolore è intenso, meglio godersi il giusto riposo;
  • dormire a pancia in su, o meglio in posizione supina, aiuta a far svanire il dolore in tempi più rapidi. Posizioni scomode, come il dormire a pancia in giù, fanno sì che i muscoli della nuca si contraggano. E ciò provoca dolori più o meno intensi al capo;
  • respirazione profonda: nell’immaginario collettivo, respirare profondamente è sinonimo di rilassamento totale dei muscoli. Per allontanare lo stato di tensione, si suggerisce di inspirare, iniziando le operazioni dall’addome, e di portare il respiro fino al torace. Infine, l’espirazione deve avvenire con la massima lentezza;
  • concedersi un massaggio: automassaggio e digitopressione fai da te alleviano la tensione e liberano la mente. Con il maggior numero possibile di dita, basta premere più volte nell’area della fronte e rilasciare poi gradualmente. Anche effettuare una pressione delicata con le dita nell’area della nuca si rivela utile per sentirsi meglio;
  • fasciare la testa nella maniera più stretta possibile: fare affidamento sulla più classica delle fasciature è il pià tradizionale tra i rimedi contro l’emicrania, perché riduce l’afflusso sanguigno e diminuisce le pulsazioni che contraddistinguono la cefalea;
  • pranzare e cenare agli stessi orari: onde evitare che i ritmi della routine subiscano sbalzi eccessivi, è bene mangiare sempre alla stessa ora;
  • massima attenzione ai contesti troppo illuminati: non utilizzare troppe luci in casa. Gli occhi si affaticano e i giramenti di testa sono il più classico dei sintomi. E’ questo uno dei rimedi forte mal di testa più sottovalutati in assoluto. In estate, sempre meglio avere gli occhiali da sole quando si esce.
  • rimedi mal di testa naturali: tra tisane e infusi vari, di cui ci occuperemo a breve, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Si limitiamo a dire che prima di iniziare ad orientarsi tra i rimedi naturali al mal di testa, è giusto rivolgersi sempre al medico di fiducia, onde evitare interferenze con l’assunzione di altri farmaci.

Come combattere il mal di testa da insolazione?

E’ risaputo che il caldo eccessivo rappresenti il nemico numero uno del mal di testa. In estate, i casi di insolazione, infatti aumentano, proprio perché l’aumento della temperatura causa un’infiammazione vascolare e dolori che disabilitano l’organismo. Uno studio pubblicato su una rivista, Neurology, dimostra come a fronte di un aumento della temperatura, anche di 5 gradi centigradi, si registra un aumento generale delle emicranie.

Il mal di testa da insolazione è una delle casistiche più ostiche da fronteggiare, dato che la prolungata e diretta esposizione ai raggi solari non fa altro che causare giramenti di testavomitonausea e febbre alta. Il corpo è impossibilitato poi a produrre sudore, aspetto fondamentale in riferimento alla regolazione del calore interno. Se la situazione non risulta grave, il mal di testa da insolazione dura una manciata di ore. Se le cose si complicano, anche qualche giorno.

Quali rimedi scegliere per evitare i disturbi causati dall’insolazione?

In primo luogo, idratare il corpo è essenziale. Come già detto, bere acqua, a maggior ragione in estate o in spiaggia, è utilissimo. Proteggere il capo con il classico cappellino pure, perché evita la prolungata esposizione ai raggi solari. Mangiare frutta poi fa benissimo.

L’importante è però evitare l’assunzione di bevande eccitanti contenenti caffeina. Inoltre, nelle ore di punta, quando la temperatura raggiunge i massimi livelli nella stagione estiva, è opportuno starsene a casa.

Metodi naturali contro emicrania: fiori di Bach

fiori di Bach per mal di testa sono espressione di una terapia naturale, volta ad assicurare nella maniera più dolce possibile il riequilibrio dello stato emotivo che l’emicrania ha contribuito ad alterare.

Quali fiori adottare?

  1. Ad Oak va dato il merito di ridurre la tensione fisica e mentale, specie per chi, avendo una forte cultura del lavoro, di pause, di relax e di vacanze proprio non vuole saperne. Il top per uscire dai momenti contraddistinti da stanchezza massima.
  2. Ad Elm va riconosciuta la funzione di ridurre l’ansia, aspetto utilissimo per chi non ama delegare e porta a termine un numero eccessivo di compiti nell’arco della giornata lavorativa.
  3. Ad Impatiens va dato un feedback positivo per la modalità con cui allontana gli stati di tensione e per i modi con cui abbassa drasticamente i ritmi della routine lavorativa. Il meglio del meglio per chi è impaziente, iperattivo ed impulsivo.

    White Chestnut
     si differenzia dagli altri fiori di Bach perché riporta tutto ad uno stato di calma. Per questo motivo, contro il forte mal di testa, ha un’azione non di poco conto. Usarlo nei momenti di forti preoccupazioni, che mettono a serio repentagli la qualità del sonno, è un dovere. L’ultimo dei fiori di Bach meritevoli di nota è Hornbeam, in quanto è quello più efficace contro i mal di testa forti, dovuti a sforzi mentali. Il più valido quando si tratta di dare alla mente la possibilità di rigenerarsi.

Cefalea muscolo tensiva cure naturali, rimedi della nonna:

Ben il 78% della popolazione adulta è colpita dal disturbo della cefalea muscolo tensiva che comporta un abbassamento di quasi 60 punti percentuali delle prestazioni lavorative e dell’attività sociale. Se nell’emicrania è soltanto un lato della testa ad essere interessato dal dolore, nella cefalea tensiva sono entrambi i lati del capo a risentirne.

L’intensità del dolore è piuttosto costante. Si registra anche una notevole rigidità del collo che verso le ore serali tende addirittura ad intensificarsi, a distanza dalla comparsa giornaliera. Essendo a tutti gli effetti un disturbo cronico, per la cefalea risulta opportuno un trattamento specifico. Gli analgesici, che alleviano il dolore, da soli non bastano.

Cosa prendere per il mal di testa in questi casi? Vi sono per fortuna tutta una serie di soluzioni di erboristeria mal di testa da tenere seriamente in considerazione.
La lavanda rientra di diritto tra i rimedi naturali più gettonati, visto che è il non plus ultra contro lo stress: preparare un infuso, facendo bollire l’acqua e ponendovi due rami secchi di lavanda, è davvero semplicissimo. L’infuso, che assicura massimo sollievo allontanando i dolori alla testa, va bevuto due volte al giorno.

Approfondendo il discorso sulla tematica cefalea muscolo tensiva rimedi naturali, molto diffusa è anche l’artemisia, specie nelle situazioni di freddo alla testa e di cefalea di tipologia tensiva, dato che ha la funzione di normalizzare il flusso sanguigno dei neurotrasmettitori del cervello. Inoltre, le sue proprietà anti infiammatorie si rivelano utilissime per migliorare lo stato di salute genale dell’organismo.

In materia di cefalea tensiva rimedi della nonna, preparare un infuso di artemisia è semplicissimo, visto che basta far bollire l’acqua, porvi i fiori di artemisia, lasciarli in infusione per un quarto d’ora e bere a sorsi piccoli.

Tra le cure naturali per contrastare i disturbi della cefalea muscolo tensiva anche il magnesio va per la maggiore, visto che questo minerale scaccia la tensione, rilassa i muscoli e allontana l’emicrania.

Dov’è contenuto il magnesio? Principalmente nei suddetti alimenti: semi di lino, noci, semi di zucca, cacao in polvere, basilico essiccato e riso integrale. Anche un infuso di menta va bene nell’ottica del rilassamento dei muscoli.

Per ciò che concerne l’alimentazione, favorire l’assunzione di cibi contenenti vitamina B è scelta saggia per combattere questo forte mal di testa che coinvolge entrambi i lati: contenuta soprattutto nel pesce azzurro, nel fegato di bovino e nelle uova, la vitamina B si dimostra utile anche nel dare ai neuroni il giusto apporto energetico e nel prevenire il mal di testa. In alternativa, anche l’uso di integratori in forma di compresse, contenenti vitamina B, sortisce l’effetto auspicato e allontana il problema della cefalea.

Mal di testa frontale rimedi, cosa prendere?

Se il mal di testa tempie è più forte del previsto, è saggia decisione concedersi il lusso di un massaggio proprio nell’area sofferente del viso, del collo e delle tempie. Il massaggio cranio-sacrale, tanto per dirne una, si rivela ottimo per alleviare il continuo stress e la forte tensione.

Tra i rimedi emicrania che vanno per la maggiore vi sono anche l’aromaterapia e l’agopuntura: nel primo caso, i profumi sprigionati dalla citronella, dal sandalo, dalla menta piperita e dall’eucalipto, da utilizzare tramite l’ausilio di candele, di saponi o di oli essenziali, si rivela utile per risolvere il quesito mal di testa frontale rimedi cosa prendere? Nel secondo caso, invece, questa medicina alternativa contribuisce a promuovere il benessere.

A fronte di mal di testa forte cosa fare?

Concedersi il giusto riposo, soprattutto per via del forte stress, è saggia decisione. Dormire fa bene. L’importante è adagiare il capo su un cuscino di pregevole fattura. Stirare i muscoli delle spalle, della schiena e del collo è scelta giusta, se si intendono evitare sforzi eccessivi.

Infine, in riferimento al tema mal di testa cosa prendere? Oltre alle tisane, l’assunzione di un farmaco antidolorifico prima di andare a dormire aiuterà a sfumare i dolori. Occhio solo a non dormire troppo. Mai esagerare!