Home » Salute Corpo Umano » Temperatura del Corpo » Come Guarire dalla Febbre , Rimedi per febbre Alta Improvvisa
Temperatura del Corpo

Come Guarire dalla Febbre , Rimedi per febbre Alta Improvvisa

febbre alta
Come Guarire dalla Febbre , Rimedi per febbre Alta Improvvisa
4.6 (92%) 35 vote[s]

La febbre alta non deve essere intesa per forza di cose come un malanno o come una malattia, ma piuttosto come la reazione di tipo difensivo dell’organismo, a seguito dell’attacco di virus e batteri.

Sono, però, davvero numerosi i pazienti che prendono sotto gamba il problema della febbre alta, trattandola in maniera a dir poco inopportuna. Quand’è innanzitutto che è possibile parlare di febbre alta? Nel momento in cui la temperatura corporea raggiunge i 41-42 gradi centigradi. Il ricorso agli antipiretici diventa però opportuno già nel momento in cui la febbre tocca quota 40 gradi centigradi.

Per ciò che concerne il trattamento sintomatico, questo passa in secondo piano se paragonato a quanto conti la constatazione delle cause: basti pensare al fatto che se il rialzo febbrile risulta provocato dall’infiammazione di quelle membrane a protezione delle meningi, si va incontro all’elevato rischio di ritrovarsi dinanzi a lesioni neurologiche di tipo irreversibile.

Il tutto anche se le temperature non oltrepassano i 40 gradi centigradi. Per dirla in breve, la minaccia principale per il paziente non è costituita dalla febbre in quanto infezione, ma piuttosto dal verificarsi di tutta una serie di sintomi di varia natura, come l’eccessiva sensibilità alla luce, cefalea, sonnolenza, irrigidimento muscolare e convulsioni. Se la febbre tende a salire, piuttosto che chiedersi come abbassarla, occorrerebbe indagare sulle cause effettive che l’hanno provocata.

Come guarire dalla febbre in 24 ore o in una notte?

Gli antipiretici e i febbrifughi rappresentano la risposta giusta, a partire dalla Tachipirina. Tuttavia, il loro utilizzo va sempre centellinato e limitato alle casistiche di temperatura corporea elevata, vale a dire gravi iperpiressie dove si superano i 40 gradi centigradi, o influenza prolungata. Pazienti debilitati, diabetici, anziani, cardiopatici, persone con difficoltà renali e respiratorie, in quanto soggetti a rischio, devono evitare in tutti i modi possibili e immaginabili i rialzi della temperatura corporea.

In rapporto alla tematica, guarire dalla febbre in maniera definitiva, è importante saperne a sufficienza sulla classificazione dei farmaci. Nello specifico, il paracetamolo (Tachipirina, Sanipirina e Efferalgan) è il farmaco per antonomasia. Ecco una guida importante per sapere come misurare la febbre!

Il top a livello di soluzione al problema cosa fare in caso di febbre, dato che è dotato di un evidente azione antidolorifica e antipiretica.

Massima attenzione solo a non esagerare con le dosi, in quanto il fegato potrebbe andare incontro a danneggiamenti. Stando alla posologia del paracetamolo, nell’adulto ne va assunto una dose compresa tra i 300 e i 500 milligrammi in un lasso di tempo che va dalle 4 alle 6 ore.

Anche se risulta tra le cure per la febbre a 41 più diffuse in assoluto, il paracetamolo può risultare pericoloso in dosi che superano i 4 grammi al giorno.

Inoltre, per chi soffre o in passato ha sofferto di problemi al fegato, è opportuno preferire l’aspirina che come l’ibuprofene, il diclofenac e gli oxicam sono ottimi rimedi per la febbre improvvisa, anche per via della loro azione antipiretica ed anti infiammatoria. Facendo riferimento alla posologia dell’aspirina, la sua dose ideale per ogni adulto si attesta attorno agli 0,5 grammi per 4 dosi giornaliere.

Nel caso dell’ibuprofene, questa varia a seconda dei casi tra i 400 e i 600 milligrammi ogni 6 ore. Questi medicinali, noti come FANS, sono il meglio in rapporto a come guarire subito dalla febbre. Tuttavia, chi ha a che fare con gravi malattie che coinvolgono reni e cuore, o ancora in presenza di disturbi della coagulazione, asma, gastrite e ulcera peptica, è meglio evitare la loro assunzione.

I tempi di guarigione dall’influenza, in linea di massima, variano da 3 giorni ad una settimana. Tuttavia, non mancano i casi di pazienti che intendono guarire dalla febbre in 24 ore. Cosa dire in materia di febbre rimedi veloci?

Ebbene, la continua idratazione, una doccia o un bagno in acqua tiepida, l’assunzione di alimenti contenenti vitamine, magnesio e altri minerali, il consumo di integratori e di infusi naturali contribuiscono in modo netto e radicale ad abbassare la temperatura corporea, a volte anche nel giro di una notte. Su questa parte del sito è presente una guida per chi ha ha una febbre a 37 : cosa fare?

Cosa fare se la febbre non scende?

Se ci si ritrova a che fare con la febbre alta che non scende con la tachipirina nemmeno, le spugnature possono essere la soluzione che fa al caso tuo.

Lo stesso dicasi per bagni e docce con acqua tiepida. Il motivo? Prendendosi cura in maniera delicata del proprio corpo, non si fa altro che favorire l’abbassamento della temperatura, risolvendo il problema febbre 39 non scende.

La raccomandazione da tenere in considerazione è che sia le spugnature che i bagni con acqua tiepida sono sempre susseguenti al ricorso agli antipiretici. Cosa fare se la febbre alta non scende ancora? L’assoluto riposo si rivela decisione corretta.

La mente deve rigenerarsi e il corpo rimettersi in sesto: quindi valgono le regole comuni alla presenza del più classico dei malanni. Idratare l’organismo con almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno è il primo step. Mangiare pasti sani, secondo i principi di un’alimentazione corretta e genuina, preferire i cibi cotti a vapore o a bagnomaria, evitare bevande eccitanti, alimenti troppo piccanti o eccessivamente speziati è la logica scelta, specie se la febbre non scende con antibiotico.

L’assunzione di frutta e verdura e il totale divieto di bevande alcoliche e fumo è logica conseguenza.

Cosa dire invece della casistica febbre che non scende bambini? Portarli dal pediatra permetterà di evitare uno stress non di poco conto. Ricordiamoci che ci sono tante tipologie come ad esempio la febbre da insolazione.

Febbre 38 cosa fare

A volte, la febbre 38,5 non scende neanche se si utilizzano gli antipiretici. Come mai?

Come si è avuto modo di precisare l’influenza non deve essere catalogata come un malanno, ma come la risposta dell’organismo in rapporto alla stimolazione delle risposte immunitarie che, guarda caso, si hanno nel momento in cui la temperatura corporea si attesta attorno ai 38 gradi centigradi.

Per questo motivo, se l’influenza tende a risalire, la cosa si verifica per la mancata neutralizzazione dei virus. Ecco perché l’assunzione dei farmaci va effettuata con criterio, vale a dire quando la temperatura corporea oltrepassa i 38,5 gradi centigradi. Nel caso di febbre 39,5 è bene ricorrere alle spugnature in concomitanza con gli antipiretici.

I fazzoletti imbevuti d’acqua ad una temperatura compresa fra i 27 e i 30 gradi hanno il compito di disperdere il calore e di abbassare la temperatura. Lo stesso dicasi per il metodo dei calzini bagnati. Mettere un paio di calzini in una bacinella contenente acqua, strizzarli fino a quando non goccioleranno più, indossarli quando sono umidi e metterci su due calzettoni di lana asciutti è un processo da seguire prima di andare a dormire, anche nei casi di febbre a 38 cosa fare e sei a corto di idee. Nella categoria febbre a 40 rimedi, questo metodo è infallibile perché va a rafforzare le barriere immunitarie.

Vi sono poi dei virus, declassati a normali influenze, che attaccano i polmoni. Nel caso di anziani e malati cronici, la vaccinazione è la giusta scelta insieme ad un’alimentazione corretta, ad uno stile di vita sano ed equilibrato, al costante lavaggio delle mani. La trasmissione del virus che causa la febbre il più delle volte riguarda le vie aeree: ad essere protagonisti sono le gocce contaminate di chi starnutisce e di chi tossisce.

Nelle casistiche di febbre a 38 persistente, dato che i virus influenzali tendono a viaggiare a velocità elevatissime, soprattutto nei luoghi affollati, come nelle scuole, nei posti di lavoro e nei mezzi pubblici, urge prestare ancora di più attenzione. In tutta onestà, ti saresti mai aspettato che lo smartphone può essere veicolo di propagazione e di scambio dei germi? Sulla sua cover, infatti, si possono annidare più di 8.000 virus.

Febbre a 38 cosa fare? Per farla scendere, l’organismo necessità di sufficienti liquidi, al fine di reintegrare le perdite. Le porzioni di frutta e di verdura, specie se abbondanti, si rivelano utilissime per sostenere l’organismo.

Occhio poi anche alla minaccia del freddo. Ridurre i rischi di influenza è possibile solo se si riesce a combattere al meglio i disagi del freddo.

Tachipirina per 40 di febbre

Relativamente ai 40 di febbre, il paracetamolo è la soluzione più valida. Sul discorso paracetamolo febbre, però, è opportuno sottolineare che nel caso in cui fossero passati tre giorni dalla sua somministrazione e il sintomo dovesse ancora persistere, consultare il proprio medico di fiducia è la logica conseguenza.

Come deve essere somministrato il paracetamolo?

A livello di forma farmaceutica, la vendita del paracetamolo avviene senza la necessità di presentare la ricetta. Le gocce o lo sciroppo possono essere assunti via orale: questa scelta è la migliore per i bambini più piccoli, in quanto risulta più semplice dosarli.

Per i bambini più grandi, invece, le compresse orosolubili così come le bustine sono molto più diffuse. Poi vi sono le supposte per via rettale.

Addentrandoci maggiormente nei dettagli, occorre sottolineare che le gocce sono più usate per i bambini fino a 7 kg, lo sciroppo per i bambini che superano i 7 kg, le compresse da 250 milligrammi e le bustine orosolubili per i bambini di peso maggiore a 20 kg e le compresse da 500 milligrammi per bambini con peso superiore ai 40 kg. Capitolo supposte, assumibili via rettale, la versione da 62,5 e da 125 milligrammi riguardano bambini di peso fra i 3,2 kg e i 12 kg, mentre le supposte da 250 milligrammi sono più indirizzate per i bambini di peso maggiore di 11 kg. Infine, le supposte da 500 milligrammi hanno come riferimento i bambini di peso superiore ai 20 kg.

Lo stesso discorso è valevole per il bentelan per la febbre alta. Ottimo farmaco per combattere la febbre in salita.

Il bentelan fa abbassare la febbre alta agli adulti, si possono prendere assieme ?

La risposta è affermativa. Il bentelan febbre adulti è una soluzione da tenere in considerazione, ma solo come ultima spiaggia, nel senso che resta il paracetamolo il farmaco di prima scelta. Quindi, per concludere, a meno di casistiche del tutto eccezionali, il bentelen non è consigliabile come antifebbrile. Il bentelan per la febbre la fa di sicuro abbassare eppure non è consigliato. Come mai? Perché contiene cortisone che, come si sa, a fronte di un uso prolungato nel corso del tempo comporta tutta una serie di effetti collaterali non di poco conto: dall’obesità alla ritenzione di liquidi, dal glaucoma al diabete, dall’ulcera all’osteoporosi e molto altro ancora.

La tachipirina, gli antipiretici, gli antii nfiammatori non steroidi come l’ibuprofene, i rimedi come le spugnature, gli integratori, i multivitaminici e altre soluzioni fanno meglio del bentlan per febbre. Veder sfebbrare il paziente in 8 ore tramite questo farmaco presenta varie controindicazioni.

Guarire velocemente dalla febbre, si può uscire con la febbre ?

Ovviamente è meglio di no! Più tempo si sta a casa più velocemente passa la febbre.

Come combattere la febbre velocemente? Questo quesito è particolarmente ricorrente fra tutti coloro che hanno impegni, appuntamenti importanti o eventi a cui devono partecipare a tutti i costi e non possono permettersi il lusso di saltarli.

Se rientri in queste casistiche e ti stai chiedendo come posso far passare la febbre velocemente, troverai di sicuro utili alcune dritte. L’organismo è disidratato e debilitato dal virus dell’influenza. Ergo, bere acqua o bevande sportive, come il Gatorade, fulminerà la sete. Poco ma sicuro. 8 bicchieri d’acqua sono il giusto quantitativo giornaliero per uscire da questa spiacevole situazione.

Il giusto riposo è necessario per il ripristino delle energie. Lo stesso dicasi per un’alimentazione genuina.

Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, tra i mezzi fisici più ricorrenti vi sono le spugnature. Gambe, polsi e collo sono le areee maggiormente interessate per far passare la febbre velocemente. Sempre sul tema come far passare velocemente la febbre, i mezzi chimici sono sempre ottimi alleati a patto di non esagerare. Oltre ai farmaci giò indicati, sottolineamo il ruolo dell’acido acetilsalicilico, ottimo febbrifugo.

Per concludere, si tenga sempre conto che, di norma, il trattamento sintomatico dell’influenza è sempre meno importante dell’analisi delle cause che hanno contribuito all’aumento della temperatura corporea normale. Infine sembrerà strano però abbiamo anche una guida che ti mostrerà dei consigli sul come farti venire la febbre.