Rspp requisiti: ecco cosa sapere

Requisiti per diventare rspp

 

Quando si parla di sicurezza sul lavoro è possibile aprire un capitolo molto ampio riguardante le figure che, a vario titolo, in azienda si occupano di gestire la sicurezza e di prevenire eventuali situazioni di emergenza e urgenza.

In questo novero, grazie principalmente al varo della Legge 81/2008, è possibile far rientrare il rspp, responsabile del servizio di prevenzione e protezione. Informarsi su rspp requisiti è molto importante per un’azienda, in quanto tale figura riveste un ruolo chiave nell’ambito della gestione della sicurezza, anche in virtù del rapporto di collaborazione con il datore di lavoro e con il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Quali sono i requisiti per rspp dei quali tenere conto quando si sceglie questa importantissima figura? In primo luogo è bene ricordare la necessità di frequentare dei corsi di formazione, che variano sulla base del settore in cui opera l’azienda.

Più informazioni e Preventivo gratuito

I requisiti professionali rspp esterno o interno devono anche essere adeguati alle attività lavorative svolte dall’azienda in cui la figura deve impegnarsi a tenere sotto controllo i livelli di sicurezza, monitorando anche l’evoluzione dei rischi.

A tal proposito è bene ricordare che i requisiti rspp 81/2008 parlano di un titolo di studio che non deve essere inferiore al diploma di scuola media superiore, questo a prescindere dal fatto che si tratti di una figura interna, esterna o che il compito sia affidato al datore di lavoro (in questo caso i requisiti sono legati principalmente al settore in cui opera l’azienda e al numero di lavoratori impiegati).

Ovviamente è fondamentale anche il possesso dell’attestato di frequenza dei già ricordati corsi di formazione che l’aspirante rspp deve completare, tenendo conto anche della necessità di un aggiornamento a cadenza quinquennale.

Per quanto riguarda i corsi di formazione, è opportuno ricordare che il possesso di alcuni titoli di studio esonera dall’obbligo di frequenza (per ottenere l’attestato il rspp deve frequentare almeno il 90% del monte ore complessivo).

Nel novero dei corsi di laurea che, sulla base di rspp requisiti 81 2008, permettono di non frequentare i corsi di formazioni è possibile ricordare la classe L7 ingegneria civile e ambientale, la classe L8, ossia ingegneria dell’informazione, la classe L9, che corrisponde al titolo di laurea in ingegneria industriale, la classe L17, ossia il titolo di laurea in scienze dell’architettura.

requisiti rsppTra le lauree il cui possesso consente di non frequentare i corsi di formazione per rspp è possibile includere, sempre sulla base del Testo Unico del 2008, anche la classe L23 in scienze e tecniche dell’edilizia.

Un altro discorso a parte merita la questione dei requisiti rspp scuola. In questo caso, il responsabile del servizio di prevenzione e protezione, deve essere nominato necessariamente scegliendo tra i lavoratori dell’istituto e, ovviamente, tenendo conto delle competenze in materia di gestione della sicurezza sullo specifico luogo di lavoro, senza trascurare la questione dello stress lavoro correlato.

Il datore di lavoro, nei casi in cui non può per legge assumere l’incarico o non trova nessuno nella compagine aziendale, può nominare un rspp esterno, la cui nomina è legata a un requisito specifico, ossia la frequenza di un corso di formazione di almeno 100 ore.