Prevenzione incendi novità | Labor e Sistemi ®

Prevenzione incendi novità

Prevenzione incendi novità

In questi ultimi mesi ha subito numerose modifiche il quadro normativo relativo alla prevenzione incendi in strutture pubbliche. In molti casi si trattava d’implementazioni necessarie, in quanto la situazione risultava ferma a troppi anni fa.

La principale novità in ambito di prevenzione incendi riguardano soprattutto il decreto del 2002 dedicato alle strutture sanitarie.

Datato 18 settembre 2002, questo decreto è stato integrato con un nuovo titolo. La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale risale allo scorso 19 marzo, il che significa che le novità normative contenute nel titolo entreranno pienamente in vigore trascorso il trentesimo giorno dalla succitata pubblicazione in Gazzetta.

prevenzione antincendio

Le novità introdotte dal succitato decreto prevedono in primo luogo l’istituzione di un responsabile tecnico della sicurezza antincendio. Risulta inoltre necessario istituire un numero congruo di figure in grado di gestire a livello pratico le emergenze – e qui entra in gioco la questione dei corsi di formazioni del personale in ambito di sicurezza antincendio – che devono essere in possesso degli attestati di partecipazione ai corsi anticendio, in base a quanto previsto dal decreto ministeriale del 5 agosto 2011.

Quanto tempo avranno le strutture sanitarie che prevedono la possibilità di ricovero per adeguarsi a queste nuove disposizioni normative? Dieci anni dall’entrata in vigore delle disposizioni del decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 marzo 2015.

I contenuti del decreto devono essere applicati dalle strutture sanitarie sia pubbliche sia private, che prevedono la possibilità di ricovero dei pazienti, e che hanno un numero di posti letto uguale o superiore a 25.

Il tema della sicurezza antincendio nelle strutture pubbliche è fondamentale: soprattutto nel caso dei presidi sanitari, che offrono un servizio anche complesso alla collettività, è necessario tenere gli occhi aperti per quanto riguarda la sicurezza in caso d’incendio.

In queste settimane sono stati diversi gli incontri organizzati con l’obiettivo d’informare la cittadinanza su questo nuovo decreto. Parlare di sicurezza antinendio non significa solo chiamare in causa il contenimento di eventuali roghi, ma analizzare quelle che sono le specifiche strutturali di un edificio.

Per questo motivo è fondamentale rivolgersi non solo a chi ogni giorno lavora in una struttura sanitaria, ma anche a chi si occupa di progettarne la costruzione, in quanto l’adempimento delle principali norme antincendio sottointende un intervento importante sui costi dei lavori.

Dai vertici sanitari sia pubblici sia privati è arrivato un plauso considerevole al decreto, con dichiarazioni di apertura verso tutte quelle procedure che sono necessarie a informare gli utenti finali sulla sicurezza degli edifici.

Secondo i dati forniti dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, gli incendi rappresentano il 30% del totale degli interventi effettuati, e molti di questi sono dedicati al contenimento di roghi presso strutture sanitarie, luoghi dove al cittadino dovrebbe essere garantito il massimo livello di sicurezza e di tranquillità.