Corso PES/PAV

pes-pav-pei
Durata: 16 ore
Luogo: Milano
Rilascio Attestato
Prezzo: chiedere

Scarica Programma Corso

Programa primo soccorso gruppo b-c

Informazioni

Corso di 16 ore per il conseguimento della qualifica di Persona Esperta (PES) o Persona Avvertita (PAV), necessaria per lo svolgimento di lavoro su impianti elettrici fuori tensione o in prossimità, e/o su impianti elettrici in bassa tensione sotto tensione. Il corso è conforme alla Nuova Norma CEI 11-27:2014; CEI EN 50110-1 e risponde ai requisiti del D.Lgs 81/08 art. 37-47 ed art. 82 comma 1 lettera B. Il corso prevede un aggiornamento di 8 ore (consigliato con frequenza annuale).

AGGIORNAMENTO

Durata: 4 ore
Luogo: Milano

Informazioni

Aggiornamento di 4 ore per lavoratori con qualifica di Persone Esperte (PES) Persone Avvertite (PAV) e persone idonee (PEI), che nell’ambito della loro attività eseguono lavori su impianti elettrici, in prossimità o sotto tensione fino a 1000 V in c.a. e 1500 V in c.c., sia lavori in prossimità o fuori tensione su impianti ad alta tensione. La partecipazione al corso presuppone il possesso dell’attestato del precedente corso base

Vuoi Sapere informazioni sulle Date , Prezzi dei Corsi ?

Informazioni Aggiuntive

La sicurezza sul lavoro è entrata a far parte degli argomenti sensibili per il legislatore da circa vent’anni a questa parte. Con il varo della Legge 81/2008 la situazione generale ha visto una svolta, grazie alla definizione delle varie figure che, all’interno del medesimo organismo aziendale, si occupano di garantire la sicurezza in caso di urgenze o emergenze e di gestire la situazione generale prima dell’arrivo dei soccorsi professionali.
In questo novero è possibile distinguere anche l’ambito dei lavori sugli impianti elettrici, che non possono essere eseguiti da personale privo dell’idoneità PES-PAV. Iniziamo ricordando che come lavoro elettrico si intende un intervento eseguito su impianti o apparecchi con la possibilità di accesso alle parti attive. In queste situazioni, se non si mettono a punto specifiche misure di sicurezza, ci si può trovare in presenza di un rischio elettrico.
Se l’impianto non è alimentato e non sono presenti parti attive, nnon si può parlare di potenziale rischio elettrico.

Il corso PAV-PES-PEI è un percorso formativo obbligatorio sulla base dei dettami della Legge 81/2008 e dell’accordo Stato-Regioni del 2011, che ha perfezionato ulteriormente quanto previsto nel testo legislativo che ha dato una svolta alle tematiche relative alla sicurezza sul lavoro in Italia. Quando si parla di questo percorso di formazione è necessario distinguere tra PAV (persona avvertita), PES (persona esperta) e PEI (persona idonea).
Distinguere tra questi ambiti è fondamentale, dal momento che ciascuno prevede l’acquisizione di diverse indicazioni formative e, soprattutto, la possibilità di maneggiare a livelli diversi gli impianti elettrici.
Iniziamo a dettagliare le caratteristiche delle varie figure parlando del percorso di formazione che deve seguire la PAV (persona avvertita).

pes pav pei

PAV: cosa sapere sul percorso di formazione

  1. Secondo il testo per la sicurezza sul lavoro Legge 81/2008, la PAV (persona avvertita) è una persona sufficientemente formata da un soggetto esperto che, nell’ambito di un determinato luogo di lavoro, ha le competenze adatte per evitare di incorrere nei pericoli legati agli impianti elettrici.
    Quali competenze deve avere una PAV?
    Conoscenza dei principali rudimenti di antinfortunistica legati all’impiantistica elettrica.
  2. Capacità di comprendere in maniera completa le istruzioni fornite da un PES.
  3. Capacità, a fronte sempre delle istruzioni fornite da un PES, di eseguire semplici lavori sugli impianti elettrici.
  4. Capacità di riconoscere i pericoli e gli imprevisti legati ai guasti agli impianti elettrici presenti in azienda.

Per completare la qualifica PAV è necessario un percorso di formazione di almeno 10 ore per i lavori fuori tensione e uno di non meno di 14 per i lavori sotto tensione.
Nell’ambito del suddetto percorso formativo sono previsti dei moduli relativi alla gestione delle urgenze e delle emergenze.
PES: cosa sapere sul percorso formativo di gestione degli impianti elettrici in azienda

Un altro aspetto che è bene prendere in considerazione quando si parla di manutenzione degli impianti elettrici in azienda riguarda le caratteristiche della PES (persona esperta)? Che peculiarità deve avere la persona esperta per quanto riguarda l’acquisizione di conoscenze teoriche e pratiche relative alla gestione degli impianti elettrici in azienda sia in situazioni normali, sia in situazioni di urgenza ed emergenza?
Ecco, a grandi linee, quello che deve conoscere la PES dopo un corso PES PAV:

  • Norme generali relative all’antinfortunistica elettrica
  • Conoscenza teorica relativa alle problematiche infortunistiche di almeno una tipologia di lavori sugli impianti elettrici
  • Capacità di affrontare la suddetta tipologia di lavoro in autonomia
  • Capacità di riconoscere e affrontare i rischi legati alla suddetta tipologia di lavoro su un impianto elettrico presente in azienda
  • Capacità di sovrintendere altri lavoratori e di coordinare le loro operazioni
  • Capacità di fornire a una PAV tutte le istruzioni necessarie per gestire in maniera immediata i rischi relativi agli imprevisti sugli impianti elettrici

A seconda della tipologia di impianto elettrico oggetto dei lavori è possibile parlare di un diverso livello di corso. Ecco le regole da seguire in merito se si ha intenzione di acquisire l’attestato PAV:

  • Livello 1A (conoscenze teoriche e pratiche relative alla gestione di impianti elettrici fuori tensione o in prossimità di impianti a tensione pericolosa): in questa parte del percorso formativo vengono affrontati temi come la legislazione relativa ai lavori elettrici, i sistemi per la corretta trasmissione delle informazioni e tutto quello che riguarda la valutazione del rischio negli ambienti di lavoro.
  • Livello 2A (conoscenze teoriche e pratiche relative alla gestione di impianti elettrici sotto tensione): in questa parte del percorso formativo dedicato alla formazione delle PAV si affrontano argomenti come i criteri generali per i lavori elettrici sotto tensione, la scelta delle attrezzature utili per eseguire i lavori sotto tensione, gli accorgimenti per eseguire le suddette attività in tutta sicurezza.

PEI: informazioni sul percorso formativo per la gestione degli impianti elettrici in azienda

La PEI (persona idonea), secondo quanto previsto dal testo della Legge 81/2008, è una figura ulteriormente esperta nella gestione degli impianti elettrici in azienda. Si tratta della persona con il maggior numero di competenze pratiche e teoriche, di un soggetto che ha ricevuto la formazione adatta per toccare con parti del corpo o con strumenti una parte di impianto attiva.
Le PEI sono in grado di operare su impianti di potenza compresa tra i 1000 e i 1500 V. In generale è bene ricordare che i lavori sotto tensione non possono essere eseguiti. Un’eccezione alla regola in questione è prevista nei seguenti casi:

  • Tensioni messe in sicurezza
  • Procedure adottate conformi ai criteri definiti dalle norme tecniche
  • Affidamento dei lavori su impianti di potenza compresa tra i 1000 e i 1500 V a dei soggetti che sono stati individuati dal datore di lavoro come idonei alla gestione degli impianti in questione, con la possibilità di toccarli con il corpo o con strumenti di lavoro.
  • Affidamento dei lavori su impianti di II e III categoria ad aziende debitamente autorizzate dal Ministero del Lavoro.

PES o PAV: chi può essere designato?

Se si ha intenzione di frequentare un corso PES PAV a Milano è importante informarsi anche su chi può ricevere le suddette designazioni. La situazione prevede la necessità di seguire percorsi diversi a seconda che la PES o PAV sia un libero professionista o un lavoratore dipendente.
Il caso del libero professionista è quello più semplice: il professionista incaricato di eseguire i lavori presenta al committente un’autocertificazione contenente le specifiche relative al suo livello di competenza.
Il caso dell’azienda e della necessità di designare come PES o PAV un lavoratore dipendente prevede invece l’attenzione a percorsi diversi. In questo caso la regola principale è una: è il datore di lavoro a designare la PES o la PAV, basandosi sulle competenze acquisite dal lavoratore nel corso di un determinato percorso formativo.
Esistono delle categorie di lavoratori che possono essere esentate dalla frequentazione dei corsi PES PAV? La risposta è affermativa. In questo novero è possibile ricordare gli operatori in possesso di diploma tecnico acquisito presso un ITIS, un IPSIA o una tipologia di istituto superiore equivalente, gli operatori elettrici che, a unica discrezione del datore di lavoro, sono in possesso delle competenze adatte per svolgere i compiti di PES o PAV.
Può ricoprire queste qualifiche anche il datore di lavoro che, sulla base della norma CEI 11-27, è in possesso delle competenze tecniche e pratiche adatte.

Un ultimo aspetto che è importante approfondire per quanto riguarda la normativa dei corsi lavori elettrici riguarda le regole da seguire per la designazione della PEI (persona idonea).
Chi può essere designato a ricoprire questo ruolo?

  • Lavoratore autonomo o lavoratore dipendente che ha seguito un determinato percorso formativo con l’acquisizione di conoscenze di natura pratica e teorica atte a gestire i lavori ordinari e le emergenze sugli impianti elettrici in azienda.
  • Lavoratore che ha seguito un percorso a stretto affiancamento con un PEI, osservando le modalità operative del suo lavoro.

 

corso pes pav milano

 

PEC: informazioni generali

Concludiamo questa breve guida dedicata alle figure di PAS PEV e PEI specificando che esiste anche la PEC. Cosa vuol dire questa sigla? Semplicemente Persona Comune, ossia quel soggetto che non ha alcuna competenza per agire sugli impianti elettrici sia in situazione normale sia in contesti di urgenza o emergenza.
La PECpuò operare solo in assenza di tensione o, in caso di situazione non rientrante in questa circostanza, deve operare unicamente sotto supervisione di una PES o di una PAV.

I corsi PAS e PEV prevedono la frequentazione di percorsi formativi di aggiornamento, con un monte ore che varia sulla base dei livelli di tensione degli impianti dove il professionista opera.
I docenti di questi corsi devono essere soggetti esperti nella gestione degli impianti elettrici e nella valutazione dei rischi ad essi legati. Fondamentale è che siano in possesso dei requisiti previsti dal Decreto Legislativo del 6 marzo 2013, che disciplina le competenze degli addetti alla formazione in materia di sicurezza sul lavoro.
Sia nel caso del corso ordinario PEV e PAS, sia per quanto riguarda l’aggiornamento, viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Contattaci per sapere il prezzo più basso del momento sui corsi !

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Numero

Il tuo messaggio

Vuoi Sapere informazioni sulle Date , Prezzi dei Corsi ?