Home » Salute Corpo Umano » Temperatura del Corpo » Come rinfrescare una stanza o casa e stare freschi !
Temperatura del Corpo

Come rinfrescare una stanza o casa e stare freschi !

Come rinfrescare una stanza
Clicca per votare !
[Total: 0 Average: 0]

Sapere come rinfrescare una stanza o casa è estremamente utile per fronteggiare l’aumento delle temperature, specie in piena estate, quando caldo e afa rischiano rappresentano una vera e propria minaccia per il comfort all’interno delle quattro mura domestiche.

Come difendersi dal caldo, quindi? L’aria condizionata si rivela un’ottima alleata, ma è importante utilizzarla in maniera intelligente, onde evitare di trasformare il contesto residenziale in una vera e propria ghiacciaia, andando a consumare in modo inopportuno energia e pagare infine lo scotto quando arriva la bolletta elettrica!

Ecco pertanto alcune dritte utili sull’argomento.

  • Chi ama passare qualche ora all’aperto, ma restando a casa, anche nelle ore di punta, dovrebbe seriamente tenere in considerazione la possibilità di montare il classico ombrellone da balcone. Se poi quest’ultimo fosse di dimensioni generose, la scelta della tenda potrebbe rivelarsi mossa particolarmente azzeccata. Poter contare su un bell’avamposto ombreggiato, dove magari gustarsi qualche bibita fresca o delle bevande contro il caldo ha sempre un certo fascino.
  • Nelle ore di punta, un’altra opzione utile su come difendersi dal caldo, è costituita dalla chiusura delle persiane e dall’abbassamento delle tapparelle, al fine preciso di riparare l’ambiente abitativo dai raggi solari. E’ opportuno spalancare i vetri a tarda sera e nelle prime ore del mattino e chiudere le finestre quando fa troppo caldo. In questo modo, l’aria umida non entrerà.
  • In riferimento al rinfrescare casa senza condizionatore, decisione saggia è privilegiare il ricorso al colore bianco, per le tende da interno. Il motivo? Il bianco, come è noto, riflette i raggi solari.
  • Per tenere la casa al fresco, poi, molto apprezzata è la scelta di coibentarla. In presenza di sottotetto o di solaio, è sempre meglio isolare tutte quelle superfici soggette ad una maggiore esposizione dei raggi solari.
  • Chi poi fosse a corto di idee su come sopportare il caldo al meglio, troverà decisamente interessante l’evenienza di puntare sul ventilatore portatile. Vero è che è leggermente meno efficiente in termini di comfort rispetto al climatizzatore o al condizionatore, tuttavia si lascia preferire in termini di consumi energetici, mai come in questo caso ottimizzati. E la bolletta energetica inevitabilmente finirà per essere più leggera. Ciò non vuol dire che nel dilemma ventilatore aria condizionata uno sia migliore dell’altro in assoluto. Dipende dai punti di vista e dalla tipologia afa caldo che bisogna affrontare.

Queste sono, tutto sommato, alcune delle dritte più utili su come tenere casa fresca. Per ciò che concerne i rimedi caldo, vale la pena soffermarsi sull’assunzione di cibi contenenti acqua, in primis frutta e verdura fresca, e sulla riduzione dell’utilizzo dell’angolo cottura. Lo stesso dicasi per l’utilizzo degli elettrodomestici. Spegnendoli, l’ambiente non si surriscalderà.

Rimedi caldo

Vi sono poi ulteriori rimedi contro la calura da tenere seriamente in considerazione. Prima di andare a dormire, mettere sul cuscino qualche goccia di olio essenziale di lavanda è un toccasana contro il problema dell’insonnia. Tra i panni da indossare è sempre meglio optare per lino e cotone piuttosto che per nylon e materiali acrilici. Il motivo di questa scelta è che la pelle si manterrà più fresca. Infine, anche gli allenamenti sportivi, da fare a primo mattino, e una continua idratazione sono di grande giovamento. Denominatore comune di questi rimedi è che sono tutti naturali al 100%.

Luoghi dove si sta al fresco

Facendo ironia, potremmo indicare i supermercati, come luogo ideale per il ristoro. Sono sempre luoghi dalla temperatura ideale per via del ricorso, forse un po’ troppo sopra la media, all’aria artificiale.

Tuttavia, chi ha la fortuna di essere in vacanza o chi vive a breve distanza dal mare, troverà ristoratrici le passeggiate sul bagnasciuga da fare nelle prime ore del mattino, quando i raggi solari non picchiano forte.

Immergere poi le caviglie nell’acqua fa stare davvero freschi, anche ad ore di distanza.

Lo stesso dicasi per boschi e pinete. Passeggiare all’aria aperta è una buona opportunità per evadere dal caos e dallo stress cittadino. Farlo non solo nel weekend ma anche a inizio giornata migliora la qualità della vita.

Poco ma sicuro. Lo stesso dicasi per le montagne selvagge, ambiente ideale per stare alla larga dall’afa. Una valida opzione tra i luoghi dove si sta al fresco sono di certo i parchi cittadini.

Leggere un libro su una panchina, trovare ristoro presso un chiosco o nella classica fontanella è una valida possibilità da non scartare.

Soffrire il caldo

Il problema dell’intolleranza al caldo, così come quello di sentirsi sempre surriscaldati, riguarda una buona fetta della popolazione mondiale. Il sintomo più evidente è chiaramente quello dell’eccesso di sudorazione.

L’assunzione di bevande contenenti troppa caffeina e l’aumento del metabolismo basale, dovuto all’eccesso di ormoni tiroidei sono invece due delle cause che incidono maggiormente su quello che a tutti gli effetti può essere considerato un disturbo.

Mai prenderlo sotto gamba. Seguendo le dritte qui indicate, a partire dal rinfrescamento dell’ambiente domestico, così come quello del contesto di lavoro, vi saranno moltissimi benefici.