Accordo Stato-Regioni RSPP: informazioni generali | Labor e Sistemi ®

Accordo Stato-Regioni RSPP: informazioni generali

Accordo stato regioni rspp datore di lavoro

Lo scorso 7 luglio è stato firmato l’accordo Stato – Regioni che disciplina la formazione di una figura molto importante per la sicurezza in azienda, ossia il RSPP. L’impegno Stato – Regioni formazione RSPP è un testo normativo fondamentale, del quale è importante tenere conto per il semplice fatto che si affianca al decreto legislativo 81/2008, il Testo Unico che ha introdotto la figura del RSPP (acronimo di Responsabile dei Servizi di Prevenzione e Protezione) come figura essenziale per il coordinamento relativo alla sicurezza in azienda.

Più informazioni e Preventivo gratuito

 

Accordo stato regioni rspp 2006

L’accordo Stato Regioni RSPP 2006 è stato sostituito dal testo sopra ricordato, che interviene modificando alcuni aspetti relativi alla formazione del RSPP.

Secondo l’accordo conferenza S.T, la formazione del Responsabile dei Servizi di Prevenzione e Protezione si articola su tre moduli, il modulo A, il modulo B e il modulo C.

Iniziamo a parlare del modulo A che, secondo quanto stabilito dal testo dell’impegno S.r per formazione RSPP, è il punto di riferimento base per chi vuole svolgere il ruolo di RSPP e di ASPP. Il suo svolgimento è propedeutico a quello degli altri due moduli sopra ricordati.

La durata complessiva del modulo A, escludendo le verifiche finali delle competenze acquisite dall’aspirante RSPP o ASPP, è pari a 28 ore. I discenti hanno la possibilità di seguire le lezioni anche in modalità e-learning.

Aaccordo stato regioni 2011ccordo stato regioni formazione

Passiamo ora a parlare di quello che l’accordo formazione R.S.PP. ha stabilito per quanto riguarda il modulo B.

In questo caso si entra nel dettaglio della natura dei rischi sul luogo di lavoro, con un modulo valido per tutti i settori aziendali fatta eccezione per quattro, casi che vedono la necessità di frequentare un ulteriore iter di specializzazione.

Il nucleo principale del modulo B del corso di formazione R.S.P.P, secondo quanto stabilito dall’impegno Stato Regioni RSPP 2015, ha una durata complessiva di 48 ore.

L’ultimo iter del percorso di formazione del R.S.P.P è caratterizzato dal modulo C, la cui frequenza è obbligatoria unicamente per i soggetti che vogliono ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, collaborando a stretto contatto con datore di lavoro e medico competente per la redazione del Documento di Valutazione Rischi, che deve essere aggiornato sulla base delle novità relative ai rischi in azienda.

Il modulo C del corso RSPP prevede la frequenza di un percorso formativo di 24 ore. Adesso passiamo a considerare quello che l’impegno S.R ha stabilito per quanto riguarda l’aggiornamento del RSPP, che deve articolarsi nella frequenza di un percorso formativo di almeno 20 ore nel corso del quinquennio.

Degno di nota è anche l’accordo Stato Regioni R.S.P.P 2011, che ha disciplinato l’accreditamento dei soggetti formatori, individuandoli per esempio nelle Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano, ma anche nelle università e nelle scuole di dottorato che si occupano di tematiche del lavoro.

Tra i soggetti accreditati per formare gli R.S.P.P c’è anche l’INAIL, il corpo nazionale dei Vigili Del Fuoco, la scuola superiore della Pubblica Amministrazione, le associazioni sindacali, alcuni collegi professionali di un determinato settore di riferimento.